News Iniziative · Pagina 2

“Uscire fuori dalla Casa di Riposo per scoprire nuovi luoghi e conoscerenuove persone è sempre un’esperienza entusiasmante e di grande stimolo per gli ospiti”.

Partecipare alle gite è un importante momento di socializzazione, condivisione di emozioni e vissuti intensi. Permette loro di integrarsi maggiormente nel gruppo e d’incoraggiarsi reciprocamente a muoversi in un contesto meno rassicurante come quello della Casa di Riposo. Tutti i venerdì dal mese di marzo 2016 alcuni ospiti della Casa di Riposo Roma 3 si recano al bar del quartiere. E’ un momento di socializzazione e confidenze nel giardino del bar. Chi lo desidera viene accompagnato a fare delle spese personali nei negozi limitrofi.

Inoltre tutti i mercoledì, a partire dal mese di giugno fino a settembre, gli ospiti hanno la possibilità di passare una giornata al mare accompagnati dai nostri operatori. Periodicamente vengono organizzate delle gite giornaliere; quest’anno i nostri ospiti hanno goduto delle luci natalizie di Roma, sono andati in gita a Napoli e mensilmente sono state organizzate delle cene presso i ristoranti del quartiere.

Il laboratorio Attiva-Mente è stato pensato per consentire agli ospiti di possedere una prima alfabetizzazione informatica. Ogni partecipante ha potuto aprire una propria casella di posta elettronica per mandare e ricevere mail; Configurare un account Skype per effettuare video chiamate con parenti e amici lontani; imparare a navigare per ricercare in maniera autonoma notizie in base ai propri interessi. É stata realizzata una piccola sala informatica, così da consentire agli ospiti di accedervi anche in maniera autonoma.

Il cane miglior amico dell'uomo sembra quasi una frase fatta, uno stereotipo scontato da cui non si può prescindere. A ricordarci che invece è sacrosanta verità arriva un progetto attuato presso la Casa Residenza Anziani "Ricci" di Premilcuore, gestita dalla cooperativa, finanziato dal Rotary Club di Forlì Tre Valli Gruppo Consorti. Il termine tecnico viene definito Pet Therapy cioè terapia per mezzo dell'animale volta al recupero o al mantenimento della salute.

La "Pet Therapy è una terapia dolce, non invasiva, che si fonda sul rapporto affettivo ed emozionale uomo-animale e cerca di promuovere un benessere psico-fisico armonizzandosi con le condizioni socio-sanitarie già esistenti. Non si tratta di un intervento alternativo ai trattamenti medici in essere ma una co-terapia dove il cane è in co-terapeuta. Iniziato lo scorso 30 giugno, il rpogetto si sviluppa con una cadenza quindicinale con nove incontri per la durata di un'ora e viene attuato grazie al supporto del centro cinofilo Dog Galaxy di Forlì che garantisce sia lo stato di buona salute del cane sia l'affidabilità e l'idoneità. Gli animali sono dei catalizzatori sociali perchè forniscono i contatti e la comunicazione tra le persone, sono fonte di allegria, stimolano i contatti fisici e rinforzano i legami.

L’età anziana porta con sé una serie di reminescenze dell’infanzia. Tra esse la capacità di beneficiare dell’uso del linguaggio simbolico è una delle più importanti. Il laboratorio ha cercato di dar nome e forma alle emozioni E vissuti, consentendo agli anziani di usufruire di uno spazio che potesse contenerle e permetterne l’espressione mediante l’utilizzo di vari linguaggi:

MUSICOTERAPIA

DANZAMOVIMENTO

LABORATORIO EMOZIONI

Il laboratorio è sempre operativo ed è aperto agli ospiti su micro progetti, ciclicamente una mattina a settimana.

Il laboratorio di lettura ha cercato di portare gli anziani, della Casa di Riposo Roma 3, in un viaggio all’interno di una storia, quella del Piccolo Principe. Il testo è stato utilizzato come un canovaccio per lavorare sul tema della relazione educativa e sulla possibilità di poter essere importanti per qualcuno indipendentemente dalla propria età. Alla lettura realizzata su grande schermo tramite proiettore, ha poi seguito una fase di rielaborazione grafica e parallelamente di esperienza pratica tramite l’affidamento a ciascun ospite di una piccola pianta della quale prendersi cura.

Il progetto realizzato durante l’anno 2016/2017 riprenderà da Settembre con la scelta di un nuovo racconto.