News

Il legale rappresentante della cooperativa “Il Cigno” Roberto Campacci ha consegnato nella sede cesenate di viale Europa ai figli meritevoli di alcuni soci collaboratori la borsa di studio per l’anno scolastico 2018-2019.

Si tratta di un'iniziativa che il Cigno promuove da molti anni per sostenere il merito scolastico e le famiglie dei propri collaboratori. Per la licenza di scuola elementare, a pari merito, in quanto hanno conseguito entrambi una valutazione media finale pari a 10, i premiati sono stati Giorgia Fabbrizi figlia del socio Antonio Fabbrizi, che opera presso la Sala Operativa Sociale di Roma e Iolanda Di Bernardo, figlia della socia Annalisa Orlando, che lavora presso il servizio di Adi a Termoli

Per la licenza della scuola media inferiore la borse di studio è stata assegnata a Giacomo Di Fazio, figlio della socia Emanuela Dainotti, operante presso la CdR Roma 3 che ha conseguito una valutazione finale pari a 10. Per l'attestato di scuola media superiore, a pari merito con una medesima valutazione media finale pari a 90/100, sono stati premiati Benedetta Matassoni, figlia della socia Nicoletta Bagagli, che lavora alla Cra Bordone e Macario di Sogliano e Viola Swami Mescolini, figlia della socia Anna Maria Mescolini che opera presso la Cra Violante Malatesta di Cesena. Erano presenti alla premiazione, Benedetta Matassoni e Viola Swami Mescolini. Gli altri studenti, residenti in luoghi più lontani, non hanno potuto partecipare.

Un pomeriggio diverso da tutti gli altri per gli ospiti, i parenti e gli operatori della Cra Le Grazie di Rimini, casa residenza anziani accreditata con il Comune di Rimini. Nell’atrio della struttura per anziani, in Via Delle Grazie in zona Covignano, si è svolta la Festa di Natale 2019 che ha riunito anziani, parenti e addetti ai lavori per festeggiare assieme la festività.
Ad aprire le danze è stata l’ospite speciale della festa, la cantante di folclore romagnolo Luana Babini, che ha fatto emozionare e divertire il pubblico. Dalla Romagna si è passati posi alla Puglia con il gruppo di pizzica salentina “Io Danzo Libero” che ha coinvolto nel ballo anche gli ospiti e i parenti. A chiudere la festa, sempre in musica, è stata l’esibizione canora di Martina Grilli e Settimio Rizzo, giovani cantanti del territorio. Un pomeriggio veramente gioioso che attraverso la musica, ha riscaldato i cuori di tutti i presenti, dai più giovani ai più anziani. Nella foto un momento della festa.

La nuova prassi che impone ai giovani di fare lo SPID (sistema identificativo digitale) e solamente quando si hanno le credenziali SPID si può accedere alla piattaforma del Dipartimento per presentare la domanda scegliendo il progetto e la sede, risulta lunga e macchinosa. Per questo e per altri motivi diversi enti nazionali hanno richiesto una proroga che è stata concessa dal Dipartimento per cui la nuova scadenza del bando è giovedì 17 ottobre alle ore 14. Maggiori informazioni sui progetti e le sedi si trovano sul sito: www.arciserviziocivile.it/cesena.



Una grande e toccante festa, insieme agli ospiti della struttura, ai familiari e allo staff. Quella del 28 settembre scorso alla Cra Violante Malatesta, gestita dalla cooperativa sociale Il Cigno, in cui Delfina Trecciola ha festeggiato il traguardo fatidico dei cento anni. La neocentenaria è ospite della struttura dal 2011 ed è l'unica ad aver superato la soglia del secolo di vita alla Violante Malatesta.

“Graditissima, la classica ciliegina sulla torta – informa la coordinatrice della struttura Matilde Marletta – è stata la presenza del sindaco Enzo Lattuca che ci ha onorati della sua presenza, con grande gioia della festeggiata, dei parenti e di tutta la comunità della Violante Malatesta che nell'occasione, come è consuetudine, ha festeggiato i compleanni del mese di tutti gli ospiti, inserendo il centesimo compleanno di Delfina nel contesto più ampio della vita sociale della nostra struttura”. Nella foto la festeggiata col sindaco Lattuca, lo staff e i familiari.